Sabato 8 aprile abbiamo configurato radio e NAZA con le impostazioni di base che permettono al drone di volare nelle 4 modalità di volo previste, ossia Manuale, ATTI, GPS e Ritorno. Qui abbiamo pubblicato la guida passo passo, scaricabile anche in formato PDF: http://www.ilmioprimodrone.ch/setup-radio-futaba-naza/

Le impostazioni delle modalità di volo sono le seguenti:

Manuale
GPS e sensori disabilitati. Sulla radio lo switch C deve essere in posizione bassa e lo switch D deve essere in posizione bassa. Il led, con buon segnale GPS, non emette nessun segnale.

ATTI
GPS disattivato ma tutti i restanti sensori attivi. Sulla radio lo switch C deve essere in posizione centrale e lo switch D deve essere in posizione bassa. Il led, con buon segnale GPS, lampeggia in arancione.

GPS
GPS e sensori attivi. Sulla radio lo switch C deve essere in posizione alta e lo switch D deve essere in posizione bassa. Il led, con buon segnale GPS, lampeggia in verde.

Ritorno
Possibilità di far tornare il drone al punto di partenza in automatico. Sulla radio lo switch C deve essere in posizione alta e lo switch D deve essere portato durante il volo in posizione alta. Il led, con buon segnale GPS, lampeggia velocemente in arancione. Questa modalità, nel momento in cui la attiviamo in volo (switch D in alto) fa atterrare il drone nel punto di partenza memorizzato automaticamente dal GPS nel momento in cui accendiamo i motori; se il drone si trova ad una quota inferiore a 20 m salirà fino a 20 m e quindi si porterà sulla verticale del punto di partenza memorizzato all’accensione dei motori e quindi inizierà la manovra di atterraggio.

Tutti i droni sono stati inoltre testati per verificare il corretto funzionamento. La prima lezione in un campo volo è prevista il 20 maggio; se però qualcuno volesse provare a far volare il proprio drone ricordiamo di prestare attenzione ad alcuni punti:

  • Soprattutto all’inizio se non si ha già una buona esperienza di volo con modelli, volare sempre in modalità GPS
  • Accendere sempre prima la radio e poi il drone
  • Verificare tramite le luci led che sia attivo il modo GPS, lampeggio verde (switch C in alto e switch D in basso)
  • Posizionare il drone in piano quindi collegare la batteria e non spostare il drone per permettere che la procedura di inizializzazione dei sensori venga portata a termine correttamente.
  • Attendere che il GPS rilevi un numero sufficiente di satelliti (solo luce verde lampeggiante)
  • Tutti i Trim della radio in posizione neutrale
  • Volare in zone aperte e lontano da ostacoli
  • Se in assenza di vento il drone è poco stabile o ha una deriva pronunciata ripetere le calibrazioni dell’accelerometro e della bussola
  • Non forzare le eliche; ogni elica ha il suo senso e deve avvitarsi senza forzature fino al fine corsa. Serrarle bene senza esagerare. Eliche montate nel senso sbagliato rendono il drone ingovernabile.
  • Non volare fino al limite della batteria. Il timer a 10 minuti è conservativo; all’accensione del led rosso lampeggiante di bassa tensione atterrare immediatamente.
  • Scollegare sempre la batteria del drone prima di spegnere la radio.
  • Fare attenzione alle batterie della radio, non utilizzare batterie quasi scariche.

Per quanto riguarda il LED queste le principali indicazioni:

In caso di dubbi, incertezze sulle configurazioni o per controlli al drone, ogni mercoledì saremo alla SUPSI di Manno, Sala Primavera a partire dalla 18:30 e potremo verificare che tutto sia in ordine.

Buoni voli!

Informatics teacher, ski racer, loves Finland, Norway, mountains, squash, photography, Drones and RC Helicopter – Snapchat: andrea.perotti